Fondazione di Vignola

Suoni entro le mura 2017

Innovazioni armoniche
La reinterpretazione dell'armonia classica

Nelle domeniche
5, 12, 19, 26 novembre
3 dicembre

Il senso estetico del bello, nelle diverse manifestazioni che l’arte contempla, dall’architettura, alla pittura alla danza, alla musica, ha incontrato, nel corso della storia, periodi di svolta e profondi mutamenti. La ricerca di nuove prospettive e la necessità di esplorare modalità e linguaggi espressivi paralleli ha contraddistinto l’indole di molti artisti alimentando un fermento creativo in perenne movimento. Durante il '900 l’arte musicale, a sua volta, ha cavalcato il clima di rinnovamento ed ha scardinato le certezze conclamate dell’armonia classica per dirigersi verso sperimentazioni timbriche e armoniche. Si è andata via via affermando l'emancipazione della dissonanza non più percepita come momento di passaggio in attesa di appoggio o risoluzione, ma come elemento intrinseco alla scrittura stessa. Le consonanze accordali vengono dunque sovvertite a favore di contrasti armonici decisi, talvolta duri, altri sospesi: la ricerca di soluzioni parallele ha aperto la via ad un secolo di novità che hanno visto nascere composizioni straordinarie e generi musicali del tutto nuovi come il "Jazz".

La rassegna Suoni Entro le Mura 2017 intende raccontare e far comprendere al pubblico la rivoluzione armonica che ha attraversato il secolo scorso affiancando brani con stesura tonale, tipica della tradizione classica, ad altri originali, frutto del lavoro di arrangiamento personale dei musicisti. Ampio spazio dunque agli artisti invitati e alla loro opera di innovazione e ricerca, con una vasta proposta di composizioni originali e di rielaborazioni tratte dal repertorio classico, dall'universo jazz o dal mondo della tradizione popolare.
                                                                                                                                                                                                                                                            Giovanna Galli

L'ingresso, libero fino ad esaurimento posti, non è consentito a concerto iniziato.
La durata è di circa un'ora. Tutti gli appuntamenti saranno eseguiti nella Sala dei Leoni e dei Leopardi.


PROGRAMMA

Domenica 5 novembre, ore 16:30
Scrittura e improvvisazione fra classica e jazz
Walter Zanetti, chitarra
Tiziano Zanotti, contrabbasso
M. Davis, G. Peacock, W. Zanetti, T. Zanotti

Domenica 12 novembre, ore 16:30
La follia
Martina Grossi, voce
Anselmo Pelliccioni, violoncello
A. Corelli, G. Bizet, I. Stravinsky, R. Rodgers, C. Parker

Domenica 19 novembre, ore 16:30
Duo Nuovo Millennio
Andrea Medici, clarinetto
Lorenzo Munari, fisarmonica
A. Piazzolla, R. Galliano e brani della tradizione popolare

Domenica 26 novembre, ore 16:30
Flugsamen
Parallelismi fra brani classici e variazioni jazz
Stefano Calzolari, pianoforte
J.S. Bach, F. Couperin, R. Schumann, G. Verdi, J. Brahms

Domenica 3 dicembre, ore 16:30
I Colori di Ieri e di Oggi
I linguaggi della tradizione e del presente a confronto, alla ricerca della musica del futuro
Giovani compositori del Conservatorio G. B. Martini di Bologna

*******
In collaborazione con
Conservatorio G. B Martini, Bologna

Direzione artistica e coordinamento
Circolo Musicale G. Bononcini
Giovanna Galli e Alice Caradente

Per informazioni
Tel. 059/77.52.46
info@roccadivignola.it

*******
Il Circolo Musicale G. Bononcini si occupa di divulgazione della cultura musicale sotto molteplici aspetti che vanno dalla formazione, alla realizzazione di rassegne concertistiche, festival jazz ed eventi live. Le sedi in cui l'associazione opera sono quattro, due a Vignola, una a Pavullo nel Frignano ed una a Bologna. L'ambito educativo è il cuore pulsante dell'attività con oltre 200 allievi nelle diverse aree. Inoltre promuove iniziative culturali in correlazione con i territori in cui lavora al fine di creare una connessione di risorse umane e di arricchimento personale e culturale.